libri

il bacio della bielorussaIl bacio della bielorussa
amazon
Ugo Guanda editore, 2015
Collana: Narratori della Fenice
Codice ISBN: 886088747X
Codice ISBN-13: 978-8860887474
Pagine: 312
Prezzo di copertina: € 18,50

Due cadaveri ripescati da un canale non parlano. È questo il problema dell’ispettore van den Bovenkamp della polizia di Utrecht. Troppo tempo passato nell’acqua ha reso irriconoscibili i volti delle vittime, cancellato le impronte digitali. Restano solo il frammento di un tatuaggio e una misteriosa medaglietta, oltre a una testimone ben poco affidabile. Che i morti non parlano lo sa bene anche Franz La Fata, uomo d’onore e killer palermitano, irresistibile per le donne ma ben deciso a starne lontano perché «un soldato non s’innamora». Finché, nel luogo più impensato, incontra Gaia, fragile, complicata e bellissima.
Un ispettore stanco che presto si troverà di fronte un terzo cadavere e un assassino alle prese con un cuore che non sapeva di avere: vicende lontane, in due Paesi diversi, destinate però a intrecciarsi inestricabilmente. La pista di van den Bovenkamp lo porterà dai due sconosciuti annegati a una splendida ed equivoca bielorussa, Ludmilla Zamiatenko, mentre l’indagine si allarga fino a toccare i traffici della politica siciliana e a minacciare la criminalità organizzata internazionale…
Dalla cupa primavera olandese alla bellezza avvelenata di Palermo si dipana un thriller che coinvolge con le sue atmosfere, conquista con le voci e le storie di due personaggi straordinariamente reali, avvince con un intrigo in cui buoni e cattivi si confondono in un mortale gioco di specchi.

hbar
La notte del gatto nero
amazon
Ugo Guanda editore, 2012
Collana: Narratori della Fenice
Codice ISBN: 8860887461
Codice ISBN-13: 978-88-60887-46-7
Pagine: 207
Prezzo di copertina: € 14,50

Una vita tranquilla, quella di Giovanni Ribaudo, insegnante a Palermo. Un lavoro dignitoso, una moglie, Vera, e un figlio diciannovenne amatissimo, Salvatore. Un ragazzo come tanti, che frequenta l’ultimo anno delle superiori e ha tanti sogni per la testa e qualche piccolo segreto. Ma una notte l’incubo di ogni genitore diventa realtà: Salvatore non rientra e dopo angosciose ricerche il padre scopre che è stato arrestato per detenzione di cocaina. Giovanni, però, non crede alla colpevolezza del figlio, e comincerà una dura battaglia personale contro una macchina capace di stritolare chiunque.

hbar
il giapponese cannibale<fuori catalogoIl giapponese cannibale
Senzapatria editore, 2010
Codice ISBN: 978-88-97006-09-1
Pagine: 66
Prezzo di copertina: € 5

La storia vera di Issei Sagawa, uno studente giapponese timido e pieno di complessi, nel 1981 a Parigi per un corso post-laurea. Un giorno invita a casa un’amica olandese di cui è innamorato per farle leggere poesie in tedesco.

“Nel 1980 Issei era tornato per quattro mesi a Tokyo. Le donne giapponesi non gli piacevano. Non provava alcun desiderio. Pensava a ogni donna giapponese come a una figlia. Non sarebbe stato capace di un incesto. Quando fu di nuovo in Francia, sentì la minaccia del tempo che fuggiva. Era l’ultimo anno a Parigi, poi avrebbe preso la specializzazione in studi orientali e sarebbe tornato in Giappone. Niente più donne occidentali. Doveva agire.”
hbar
i cani di via lincoln
amazon I cani di via Lincoln
Laurana editore, 2010
Codice ISBN: 978-88-969-9906-6
Pagine: 280
Prezzo di copertina: € 16,50

Palermo, notte di maggio. All’interno del ristorante Grande Pechino due carabinieri scoprono un massacro: otto persone ammazzate a colpi di kalashnikov e una donna in fin di vita. Sei dei morti sono cinesi. Uno è un giornalista italiano. L’ultimo ha viso e mani spappolati e nessuno sa riconoscerlo. La superstite è in coma. Forse potrà raccontare, ma non ora.
Il tenente Cascioferro è sulla scena del crimine e pensa: via Lincoln è zona del boss Trionfante. Se c’è da compiere un omicidio, è Trionfante a doverlo ordinare o permettere. Se qualcuno sgarra in via Lincoln, è Trionfante a doverlo punire. Dunque: o Trionfante è coinvolto nella strage, o reagirà.
Ma Palermo è una città in cui tutto è intrecciato. Boss mafiosi, anziani massoni e politici collusi si riuniscono nei palazzi nobiliari del centro città: la strage di via Lincoln ha rotto vecchi equilibri e messo in moto un’indagine che rischia di portare alla luce cose che devono rimanere nascoste. La cupola decide per una seconda strage proprio mentre Cascioferro scopre su cosa indagava il giornalista ucciso e capisce che forse è opportuno fermarsi. Ma non sa farlo, e quando scende negli scantinati del ristorante Grande Pechino lo attende un’altra macabra scoperta.
I cani di via Lincoln racconta un’indagine impossibile: quando nessuno è innocente, la giustizia non è quella dei tribunali e il destino degli eroi è uno solo.

hbar
il sangue degli altri amazon Il sangue degli altri
Sironi editore, 2007
Codice ISBN: 978-88-518-0094-9
Pagine: 256
Prezzo di copertina: € 14,50

Palermo, 2005. La Casinò Trinacria sta per inaugurare due case da gioco, con la benedizione della politica locale. L’appalto è però bloccato per una truffa ai danni dell’Unione europea. I casinò saranno aperti dalla società Paradise. Il giornalista Corrado Lo Coco ne scrive sul giornale «L’Ora»: a lui dunque si rivolge Toti Catania, presidente della Trinacria. Chiede un incontro e promette importanti rivelazioni. Ma, pochi attimi prima dell’appuntamento, Catania viene assassinato. Nelle stesse ore, un altro omicidio nel centro di Palermo: la vittima è l’ex proprietario della Paradise, un affarista lettone.
Lo Coco entra in possesso di informazioni che rendono questi delitti sempre più oscuri. In un crescendo di misteri e omicidi, il cronista avvia un’indagine che lo mobilita non solo professionalmente. Scopre così inattesi collegamenti tra i morti sulle strade palermitane e crimini commessi in Cecenia.
L’inchiesta lo porta fino a Groznyj – nella Cecenia di una guerra che non conosce fine – e poi a Mosca e a Riga. Quando Lo Coco, con l’aiuto di un ufficiale dei carabinieri e di una ex poliziotta russa, è ormai sul punto di concludere la sua ricerca, si troverà ad affrontare un nuovo pericolo e, soprattutto, un’amara sconcertante verità.